statistiche sito
SEI IN > VIVERE LUGANO > CRONACA
articolo

Il mistero del crollo del San Salvatore è finalmente svelato?

1' di lettura
20

Nell'estate del 2017, il frastuono di un crollo ha riecheggiato tra le pareti della galleria del San Salvatore, situata tra Melide e Grancia. Da allora, la ricerca delle cause dietro questo tragico incidente è diventata l'argomento principale di dibattiti e inchieste. Ma ora, con l'indagine d'appello in corso, nuovi dettagli emergono, gettando una luce diversa sull'intero episodio.

Risalendo a gennaio 2019, un giudizio aveva individuato tre principali colpevoli: due ingegneri e un impresario, accusati di negligenza nell'ambito edilizio. Tuttavia, l'appello per l'impresario è stato ritirato inaspettatamente, mentre gli altri due cercano di cancellare il loro nome.
Il fulcro del dibattito ruota attorno a una nuova perizia richiesta da Ustra, con l'obiettivo di determinare eventuali trascuratezze da parte degli imputati. Le rivelazioni hanno messo in luce problemi con i fori di drenaggio e l'uso di un materiale chiamato idrogel.
Questo idrogel, usato come barriera protettiva, avrebbe in realtà indirizzato l'acqua verso le pareti laterali della galleria. La mancanza di adeguati fori di drenaggio potrebbe aver contribuito all'incidente, con l'ingegnere di 58 anni che si trova nel mirino delle accuse.
Mentre le discussioni si intensificano, resta da vedere se si arriverà a una conclusione definitiva su ciò che è realmente accaduto quel fatidico giorno e su chi, se qualcuno, ha la responsabilità definitiva di questo disastro.



Questo è un articolo pubblicato il 19-10-2023 alle 12:35 sul giornale del 20 ottobre 2023 - 20 letture






qrcode