statistiche sito
SEI IN > VIVERE LUGANO > CRONACA
articolo

Campione, il Comune vende i suoi immobili per pagare i debiti

2' di lettura
22

Il Comune dell'enclave sta procedendo con la vendita degli immobili di sua proprietà per pagare i propri debiti.
Dopo la vendita dell'ex sede della polizia locale per 1,7 milioni di franchi, a breve sarà certificata la vendita di Villa Franchini per 800mila franchi. Il ricavato sarà utilizzato per la riapertura della scuola materna.
In dirittura d'arrivo anche la vendita di Villa Mimosa e un terreno edificabile in via per Arogno, per 2,5 milioni e 800mila franchi rispettivamente.
«Sono ottimista sulla conclusione positiva di queste trattative – commenta il sindaco Roberto Canesi –. Il ricavato andrà all'Organo straordinario di liquidazione, per poi pagare i crediti di ex e attuali dipendenti comunali. Abbiamo bisogno di chiudere con il passato, per consentire al comune di guardare al futuro senza problemi».

La partita però non è ancora chiusa, in quanto deve ancora essere venduto il gioiello di famiglia più pregiato: il comparto immobiliare che si sviluppa sulle rive del Ceresio e che comprende l'edificio della Fornace, il Bocciodromo, l'Autosilo comunale e lo scheletro della Casaccia, la stazione della funivia mai ultimata, oltre ad altre aree di pertinenza.
Servono oltre 12 milioni di franchi, ai quali aggiungererne un'altra ventina per una robusta ristrutturazione. Sarebbero interessate un paio di immobiliari di Lugano. Il condizionale, mai come in questa occasione, è d’obbligo.

La vendita dei gioielli di famiglia è un segnale positivo per Campione d'Italia, conferma che il Comune sta lavorando per risolvere i problemi finanziari che lo affliggono da anni.
La riapertura del Casinò, avvenuta nel 2023, ha contribuito a migliorare la situazione, ma non è sufficiente. La vendita degli immobili è un passo fondamentale per consentire al Comune di tornare in equilibrio e di guardare al futuro con maggiore fiducia.



Questo è un articolo pubblicato il 23-10-2023 alle 10:45 sul giornale del 24 ottobre 2023 - 22 letture






qrcode