statistiche sito
SEI IN > VIVERE LUGANO > CULTURA
articolo

Tour in moto a Lugano e nel Ticino: itinerari e tappe da non perdere

3' di lettura
18

Torna l’“Eden Rock”, evento dedicato alle mitiche moto degli anni ‘60, ‘ 70 e ‘80

Tra borghi e colline, passi alpini e laghi, il Canton Ticino è uno scenario d'elezione per le escursioni in moto, incluse quelle da fare nell'arco di una sola giornata. Gli itinerari possibili sono numerosi, ed è possibile scegliere il percorso in base al tempo disponibile, al tragitto che si preferisce affrontare oppure al tipo di moto da guidare.

Per i tratti meno impegnativi, tipo quelli che si dipanano lungo il Lago di Lugano, può bastare anche uno scooter, magari di dimensioni generose se si viaggia in coppia. Naturalmente, prima di mettersi in sella val bene controllare che il mezzo sia perfettamente funzionante e che ogni sua componente sia integra e conforme alle normative. In particolare, è bene valutare lo stato delle gomme, sia in termini di usura sia per quanto concerne la possibile ovalizzazione. Se necessario, prima di pianificare il proprio itinerario, è bene valutare l'opportunità di sostituire gli pneumatici scooter (o moto), magari sondando il mercato online tramite il portale di un rivenditore specializzato come Euroimportpneumatici.

Il tour dei laghi

Itinerario molto impegnativo, che sfiora supera i 200 km complessivi; l'idea è quella di percorrere parte del Lago di Lugano per poi proseguire lungo il versante nord del Lago di Como, raggiungendo prima Lecco e, successivamente, la stessa Como prima di tornare a Lugano. Il tragitto, ovviamente, si dipana principalmente al di fuori del territorio svizzero, e consente di ammirare non soltanto le bellezze naturalistiche e paesaggistiche, ma anche di raggiungere luoghi d'interesse storico e culturale.

Il tour parte, naturalmente, da Lugano e si sviluppa verso nord; percorrendo il lungolago, superata Gandria, si sconfina in Italia prima di arrivare a Porlezza, dove si può fare una piccola deviazione per raggiungere le cascate di Begna. L'escursione prosegue fino a Menaggio, altro borgo caratteristico adagiato sulle sponde del Lago di Como, e poi a Dongo, dove è possibile visitare il Giardino del Merlo. Arrivati al Ponte del Passo, l'itinerario 'piega' verso sud, lungo la riva opposta del Lario; le possibili tappe da qui a Lecco sono diverse, e includono le spiagge di Ontano e Piona, oppure l'acquapark di Dervio. Giunti a Lecco, si può proseguire verso nord fino a Bellagio, oppure 'tagliare' verso ovest, lasciarsi i laghi alle spalle e passare da Como e Chiasso 'via terra', prima di far ritorno a Lugano.

Le colline del Malcantone

Opzione perfetta per una gita fuori porta in sella alla propria due ruote, alla scoperta dei paesini e dei borghi che puntellano il paesaggio collinare del Malcantone. Partendo sempre da Lugano, occorre anzitutto raggiungere Manno; da qui si arriva a Bioggio, lungo la Via Cantonale. Cademario e Aranno sono le due tappe successive, distanti pochi chilometri l'una dall'altra; passando da Iseo ci si avvicina nuovamente alle sponde del lago raggiungendo prima Vernate e poi Magliaso; passando poi per Caslano si può sconfinare a sud giungendo a Ponte Tresa, in provincia di Varese, tornando quasi subito entro i confini svizzeri facendo tappa a Sessa. Per completare l'itinerario, si può tornare ad Aranno e rifare il percorso inverso fino a Lugano.

Passi di San Bernardino e Lucomagno

Percorso per gli amanti dell'altitudine, che si inerpica verso nord tra le cime delle Alpi Ticinesi; per chi parte da Lugano, la prima tappa è a Bellinzona, dove poter visitare i celebri castelli. A poco più 60 km, proseguendo verso nord, si giunge a Mesocco, attraversando la Val Mesolcina lungo la 'vecchia strada panoramica' fino a San Bernardino, dove percorrere il Passo per poi arrivare ad Andeer; da Bonaduz, l'itinerario svolta verso ovest, così da includere il Passo di Lucomagno; con Acquarossa e Biasca il tour può dirsi completo, in quanto consente di ritornare a Bellinzona.



Torna l’“Eden Rock”, evento dedicato alle mitiche moto degli anni ‘60, ‘ 70 e ‘80

Questo è un articolo pubblicato il 25-04-2024 alle 12:35 sul giornale del 25 aprile 2024 - 18 letture



qrcode