statistiche sito
SEI IN > VIVERE LUGANO > CULTURA
comunicato stampa

Identità multiple per la nuova mostra collettiva delle Gallerie d’arte di Lugano (GAL) all’Asilo Ciani

4' di lettura
16

Dopo il successo della prima esposizione organizzata da GAL nel 2023, l’associazione dei galleristi di Lugano torna negli spazi dell’Asilo Ciani, proponendo una mostra dedicata alla tematica dell’identità. GAL è la prima associazione di categoria del territorio, fondata nel 2023, allo scopo di riunire le gallerie d’arte luganesi e promuoverle come elemento del tessuto culturale, prima che economico, della città, e per mostrare come Lugano possa essere in grado di imporsi come meta intellettualmente stimolante.

Oltre a vari eventi e conferenze che durante l’anno animano la vita culturale della città, la mostra
“Identità Multiple” è il secondo grande evento espositivo organizzato dall’Associazione, che nel 2023
aveva presentato nella stessa location la collettiva “Sulla scultura: dal materiale all’immateriale”.
Le gallerie partecipanti a questa edizione, gran parte di quelle associate, sono Galleria Daniele Agostini,
Buchmann Lugano, Cortesi Gallery, Studio Dabbeni, IMAGO Art Gallery, KROMYA Art Gallery, Galleria
Allegra Ravizza, Repetto Gallery. Il progetto è realizzato con il partenariato della Città di Lugano, il
sostegno di Lugano Region e il contributo di Ceresio Investors.

I visitatori avranno la possibilità, tra l’altro, di conoscere meglio le attività e iniziative dell’associazione
ProMuseo, che, invitata da GAL, sarà presente all’Asilo Ciani. ProMuseo, Associazione Amici
Sostenitori del MASI, ha quale obiettivo quello di supportare il museo e arricchirne la collezione
acquistando opere d'arte, le quali vanno a costituire un fondo messo a disposizione a tempo
indeterminato. La presenza di ProMuseo segna quest’anno l’importante coinvolgimento nell’evento di
GAL del mondo del collezionismo e del mecenatismo, elementi anch’essi di vitale importanza per
l’ecosistema dell’arte contemporanea.

Dando voce alla società contemporanea che sempre più mira a combattere la categorizzazione e a
liberarsi dalle etichette e dal conformismo, la mostra “Identità Multiple” mira ad essere un’indagine e un
confronto storico-artistico sulle varie e diverse identità, sulle intelligenze creative, sulle coincidenze
intellettuali e le equivalenze stilistiche che compongono il proprio sé o un collettivo.
Senza alcuna limitazione nel medium e nella tecnica, la mostra analizzerà sia lo sviluppo identitario
nella carriera di un singolo artista, sia personalità di generazioni storiche differenti che indagano il
medesimo tema, sia molteplici identità che costituiscono un collettivo artistico. Saranno presentate
opere di Mario Schifano, Regina Cassolo Bracchi, Nanda Vigo, Tania Pistone, Thomas Huber, Luca
Marignoni, Salmo Suyo, Maurizio Donzelli, Serena Maisto e Gerda Steiner & Jörg Lenzlinger.

“Identità multiple” sono anche quelle rappresentate dalle gallerie partecipanti, che – grazie alle
individuali scelte espositive che rappresentano i loro differenti e variegati roster di artisti – propongono
vari approcci al tema della mostra.
“Le gallerie – dichiara Tecla Riva, presidente di GAL – svolgono certo un ruolo fondamentale nella
commercializzazione delle opere d’arte, sostenendo gli artisti e facendosi garanti della qualità nei
confronti dei collezionisti, ma sono anche importanti luoghi di produzione e promozione della cultura, in
grado di contribuire ai processi che portano alla formazione dell'identità personale e collettiva. Dopo i
positivi riscontri ottenuti lo scorso anno, abbiamo deciso di proporre una nuova mostra, che analizza
questa volta il tema dell’identità, attraverso proposte appositamente selezionate da ogni galleria
partecipante. Siamo in oltre molto lieti che ProMuseo abbia accolto la nostra proposta di essere
presente a questa seconda edizione, portando con sè la tematica del collezionismo e dell’acquisizione
di opere d’arte per le istituzioni pubbliche. Un ringraziamento particolare va ai partner e agli sponsor che
hanno creduto nel progetto, consentendoci ancora una volta di proporre un’iniziativa di qualità, aperta e
accessibile a tutti”.

Il capo Dicastero cultura sport ed eventi, Roberto Badaracco, ha ribadito l’importanza per la Città delle
gallerie per un ecosistema dell’arte contemporanea forte: “Siamo molto lieti di poter nuovamente
ospitare l’iniziativa di GAL negli spazi dell’Asilo Ciani. Le gallerie d'arte giocano un ruolo fondamentale
nel sostenere e promuovere l'arte contemporanea, offrendo uno spazio fisico dove opere di grande
qualità possono essere esposte e apprezzate dal pubblico. La nuova esposizione collettiva di GAL
ribadisce e dimostra l’importanza delle gallerie quali attori non solo del mercato dell’arte ma anche quali
mediatori culturali aperti, accoglienti e accessibili a tutti.”
Anche il Direttore di Lugano Region, Massimo Boni, sostiene che sempre più le gallerie sono un luogo
di interesse per i turisti appassionati d'arte e di collezionismo d'arte. Proprio in quest’ottica, continua la
collaborazione di Lugano Region con GAL, sia in occasione delle mostre collettive come “Identità
multiple” che nell’organizzazione delle “Art Galleries Walk”, appassionanti tour a data fissa o su richiesta
alla scoperta delle gallerie d’arte di Lugano.

Indirizzo:
Asilo Ciani
Viale Carlo Cattaneo
6900 Lugano

Per ulteriori informazioni: info@gallerielugano.com

In collaborazione con la Città di Lugano

Con il sostegno di Lugano Region


Per ulteriori informazioni
Roberto Badaracco, Vicesindaco, capo Dicastero Cultura sport ed eventi. t. +41 79 621 82 21
Luigi Di Corato, Direttore Divisione cultura, t. +41 58 866 42 91



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2024 alle 16:55 sul giornale del 30 aprile 2024 - 16 letture






qrcode